"NON UN NOME SU DI UNA VIA, MA SU TUTTE LE VIE E SU TUTTE LE PIAZZE." (del nostro Claudio Ortale membro del C.P.N. del PRC)

Sabato prossimo saremo di nuovo in tante e tanti alle ore 16 sotto alla casa di Valerio e Carla in via Monte Bianco, da dove poi partirà il corteo che attraverserà le molte strade del quartiere dove Valerio ed i suoi compagni svolgevano la loro attività politica ed antifascista militante. Il 22 febbraio, lunedì, saranno 36 anni esatti dal suo efferato assassinio, compiuto dai neofascisti dei NAR proprio nella sua abitazione, proprio sotto gli occhi di sua madre Carla e di suo padre. La giustizia borghese, al di là delle tante litanie che i vari politici han voluto negli anni meschinamente recitare sull'assassinio di Valerio, non ha mai voluto garantire neanche una parvenza di verità giudiziaria che provasse a fare luce su questa morte, per tutte tutti noi che eravamo in piazza in quegli anni e al Tufello il pomeriggio stesso di quel giorno, pesante quanto... una montagna. La rivolta quindi continua e non avremo pace sino a che non riusciremo a cambiare lo stato di cose presenti. Con Valerio, Walter, Giorgiana, Mario, Carlo, Dax, Renato e tutti gli altri compagni nel cuore, la lotta continua.