La giunta di centro sinistra di Marino, attraverso continui sgomberi e militarizzazioni dei quartieri popolari, manifesta la propria rigidità politica contro chi oggi si trova a vivere un forte disagio economico e abitativo

http://contropiano.org/video/item/30744-roma-la-polizia-carica-un-picche... Quì il video della sfratto di stamattina a Tor Bella. Questa mattina a Tor Bella Monaca la polizia si è presentata molto presto davanti alla porta di casa della famiglia di Mohamed. La proprietà, una società immobiliare, oggi ha deciso che era arrivatoil momento di buttare fuori casa Mohamed, sua moglie e i loro tre bambini, richiedendo l'uso della forza alla questura romana. La linea dura della questura si è però scontrata con una forte resistenza della famiglia sotto sgombero, la quale si è barricata all'interno dell'alloggio tenendo impegnata la polizia per ben tre ore prima di riuscire a fare irruzione all'interno dell'abitazione.
Nel frattempo, davanti all'abitazione di Mohamed, cresceva il presidio di solidarietà organizzato dalla Rete Antisfratto Roma Est. Fronteggiato dagli agenti in tenuta antisommossa, dal presidio cominciava a salire la tensione sentendo le grida dei bambini di Mohamed, spaventati dalla brutale azione della polizia nel cercare di forzare la porta dell'alloggio. Parte in quel momento una carica da parte della polizia ma il presidio resiste e non si disperde.
Dopo una lunga resistenza, la mattinata si è conclusa con lo sgombero coatto della famiglia di Mohamed. L'ennesima giornata in cui una famiglia, per colpa delle istituzioni locali e la complicità della questura romana, perde la casa non avendo nessuna soluzione abitativa alternativa. La giunta di centro sinistra di Marino, attraverso continui sgomberi e militarizzazioni dei quartieri popolari, manifesta la propria rigidità politica contro chi oggi si trova a vivere un forte disagio economico e abitativo, in perfetta continuità con l'ex giunta Alemanno e con le direttive del governo Renzi che attacca coloro che oggi cercano di resistere e lottano contro il continuo impoverimento causato dalle politiche di austerità promosse dal governo che, invece di investire nel sociale, favorisce grandi opere e grandi eventi.