Campagna Internazionale per la libertà di Marwan Barghouthi e i prigionieri palestinesi!

Dal 13 al 17 aprile si celebra   la SETTIMANA INTERNAZIONALE DEL PRIGIONIERO per esigere la libertà di tutti/e i e le prigionieri/e politici/che    di  vari paesi del mondo, di coloro cioè  che sono detenuti in ragione delle  loro idee, giudicate da una qualche autorità una sfida o una minaccia per lo Stato. Mercoledì  15 aprile, dalle 16,30  alle 19,00  a Roma nella Sala del Carroccio in Campidoglio si terrà un incontro sulla <Campagna Internazionale per la libertà di Marwan Barghouthi e tutti i prigionieri palestinesi>. Marwan Barghouthi, parlamentare, è stato sequestrato a Ramallah dall'esercito israeliano  il 15 aprile del 2002

La Campagna è stata lanciata il 27 ottobre 2103  dalla cella in cui era stato detenuto Nelson Mandela, assunto universalmente a simbolo della Libertà, ed è guidata dall’ International High Level Committee  (IHLC), composto da personalità un tempo detenute per motivi politici,  esponenti della lotta per la difesa dei diritti umani, personaggi insigniti  del Premio Nobel per la pace.

In Italia si è costituito un Comitato del quale fanno parte diverse organizzazioni  e personalità, tra le quali: Leoluca Orlando, Moni Ovadia, Egidia Beretta,  Valerio Mastrandrea, Andrea Camilleri, Don Luigi Ciotti, Gino Strada, Massimo D'alema, Guglielmo Epifani, Nicki Vendola, Paolo Ferrero, Luciana Castellina, Ettore Scola, Citto Maselli, Susanna Camusso e Maurizio Landini.

Al dibattito   nella Sala del Carroccio  (cui  si accede da Palazzo Senatorio oppure dalla piazza del Campidoglio attraverso la Scalinata del Vignola.) interverranno  con Luisa Morgantini - del direttivo internazionale della Campagna -    Mail al Kaila - Ambasciatore Palestinese in Italia -   Salameh Ashur - Presidente della Comunità Palestinese di Roma e del Lazio -  Gianluca Peciola - membro dell'Assemblea  Capitolina di Roma Capitale, capogruppo consigliare Sel.L’iniziativa sarà dedicata a  Vittorio Arrigoni nell'anniversario della sua uccisione.  Verranno proiettati due documentari sottotitolati in italiano, sul tema dei prigionieri politici palestinesi. Secondo un rapporto dell’ONU pubblicato da Haaretz il 27 marzo scorso, al primo febbraio 2015 i prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane erano 6.000; tra essi: 376 provenienti dalla striscia di Gaza  ai quali sono in gran parte negate le visite dei familiari  secondo una determinazione del  giugno 2007;  454 in detenzione amministrativa; 163 minori  (di cui 13 sotto 16 anni); 22 donne; nonché  per “motivi di sicurezza” 17 membri del Consiglio Nazionale Palestinese (CNP).

info e dossier sulla campagna in www.assopacepalestina.org

 segreteria freemarwan.iotalia@gmail.com