Circolo

Grecia, Europa e la rifondazione comunista! (di Marco Nebuloni, Comitato Politico Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista, Commissione Nazionale dei Giovani Comunisti/e)

Rifondazione.png

Denuncia di sinistri! L’attuale situazione greca sta drammaticamente sconvolgendo migliaia di compagni e compagne in tutta Italia, increduli e incapaci di una lettura collettiva condivisa, razionale e rassicurante...

Nicolas Maduro: “Hanno castigato il popolo greco perché ha detto no al neoliberismo” (articolo originale la traduzione e di Franco Ferrari)

Maduro ci saluta.jpg

Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolas Maduro ha dichiarato martedì scorso che i gruppi finanziari in Europa hanno punito il popolo greco per aver votato “No” al neoliberismo nel referendum consultivo tenutosi lo scorso 5 luglio nel paese ellenico .

“Posso dire che il capitale finanziario europeo ha imposto una dittatura e misure insopportabili per la Grecia. Hanno punito la Grecia perché la Grecia ha votato NO al neoliberismo. Tutta la nostra solidarietà con il popolo greco, tutta la nostra comprensione per il Presidente del Consiglio Tsipras, nei momenti buoni e nei momenti difficili stiamo con Tsipras e con il popolo greco “, ha detto il Capo dello Stato.

Grecia: una umiliante capitolazione che non funzionerà (Scritto da Jorge Martin, da www.marxist.com)

latuff-greek-memorandumL’accordo imposto alla Grecia nelle prime ore del 13 Luglio, dopo un Eurosummit durato tutta la notte, non può essere che definito una umiliante capitolazione. La Grecia ha di fatto rinunciato alla propria sovranità in favore della Troika, in cambio di un nuovo salvataggio vincolante e una vaga promessa che forse, un giorno, sarà presa in esame una ristrutturazione (ma non una cancellazione) del debito. Ma questo accordo non funzionerà. Distruggerà politicamente Tsipras e Syriza e farà sprofondare la Grecia in una recessione ancora più profonda. Inoltre, ha fatto emergere profonde spaccature nell’Unione Europea.

La fine dell'euro e dei trattati europei (a partire da quello Maastricht) è l'unica strada percorribile per tentare di riacquistare sovranità popolare sulla politica e quindi incidere in senso comunista...(di SAILORLOST c/o associazione culturale ART-LAB)

Rifondazione.png

La situazione è critica ormai da tempo e ieri notte ho immaginato una grande manifestazione europea che entrasse con decisione nel dibattitto attuale. E' stato un sogno, una allucinazione forse ma anche la percezione forte di una necessità. Sarò breve e non entrerò nel dettaglio tecnico-economico, perchè ho già espresso più volte gli stessi concetti, tra l'altro sostenuti da molti compagni, anche dentro Rifondazione a partire dal compagno Ugo Boghetta. La attuale situazione che riguarda direttamente la Grecia e tutti noi indirettamente, ha il solo merito di evidenziare a chi ancora non lo ha capito che la UE e l'eurozona sono irriformabili strumenti del capitalismo neo-liberista e sono tarati per essere solo e soltanto tali strumenti.

Consiglio comunale di Roma vota No all'acqua pubblica.

Ricordate quelli che rivendicarono la vittoria referendaria del 2011? E quelli che nel 2012 si opposero all'ulteriore privatizzazione di Acea, proprio facendosi scudo dell'esito referendario? Dimentichiamoli: oggi quel Pd vota insieme alla destra più becera contro la proposta di ripubblicizzazione dell'acqua di Roma. Vota contro la volontà di un milione e mezzo di romani che disse sì all'acqua pubblica (più di quelli che hanno eletto l'attuale sindaco).
Con un dibattito scarno in aula, ci auguriamo causato dall'imbarazzo di non sapere cosa dire, il consiglio ha bocciato la proposta di delibera di iniziativa popolare con 13 voti contrari e 7 favorevoli, presentata insieme ad altre 3 proposte su scuola, patrimonio e finanza pubblica.

Il Messaggio del Presidente del Venezuela Nicolás Maduro ad Alexis Tsipras

"Il nostro popolo mangiava cibo per animali, ma è riuscito a scacciare il FMI. Vorrei ufficialmente esprimere al Primo Ministro Tsipras, a Syriza e al popolo Greco la solidarietà del popolo bolivarista e chavista del Venezuela, tutta la solidarietà e il nostro abbraccio. Il nostro abbraccio ai cittadini Greci, al popolo greco.Se c’è qualcosa di noto in Grecia da almeno 2000 anni è la parola “democrazia”. E il popolo greco risponderà con democrazia. Noi abbiamo già vissuto tutto questo. Se potessimo parlare con i Greci e le Greche, potremmo cantare insieme ai Comunicalle (gruppo musicale) e dire loro che qui avevano privatizzato tutto, che erano sparite le pensioni e la scuola pubblica, che era stata privatizzata l’istruzione.

VENERDI’ 3 LUGLIO GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE Pubblicato il 30 giu 2015 MOBILITAZIONE STRAORDINARIA E PERMANENTE A FIANCO DELLA GRECIA NO ALL’AUSTERITÀ. SÌ ALLA DEMOCRAZIA! Rispondiamo insieme all’appello europeo

MOBILITAZIONE STRAORDINARIA E PERMANENTE A FIANCO DELLA GRECIA NO ALL’AUSTERITÀ. SÌ ALLA DEMOCRAZIA!

Rispondiamo insieme all’appello europeo che chiama tutti e tutte a impegnarsi d’urgenza a fianco del popolo greco e per cambiare l’Europa. Facciamo insieme uno sforzo straordinario di partecipazione per riempire l’Italia venerdì 3 luglio sera di manifestazioni unitarie visibili e partecipate in tante città.

Ciascuno faccia tutto quello che è possibile, da subito in tutta Italia. Serve la contro-informazione contro le bugie dei media di regime e del nostro governo, schierato come sempre dalla parte dell’austerità.

ORTALE (PRC/CPN): DIRITTO ALL'ABITARE, LA SCINTILLA E VALERIO PANZIRONI. Stasera in molti a Primavalle, anche se giorno di festa a Roma, nello spazio esterno dell'Osteria del Farina nel lotto 25 a confrontarci in maniera schietta

Primavalle 29 Giugno 2015.png

ORTALE (PRC/CPN): DIRITTO ALL'ABITARE, LA SCINTILLA E VALERIO PANZIRONI. Stasera in molti a Primavalle, anche se giorno di festa a Roma, nello spazio esterno dell'Osteria del Farina nel lotto 25 a confrontarci in maniera schietta sulla questione del Diritto alla Casa e all'Abitare. Una lunga e buona discussione per oltre due ore e mezza, con protagonisti VERI delle occupazioni a Roma e non i soliti mestieranti delle tastiere. Una lunga presentazione del libro LA SCINTILLA da parte del compagno e fratello Cristiano Armati e poi tanti contributi ed interventi: Tiziana, Giulia, Rina, Luca, Veronica, Riccardo, Massimo, Claudio, Anna, Giovanni, "Tanas"... e tanti altri. Non volevamo una sintesi ma un confronto schietto e franco, al di là delle cortesie di facciata. Questo ora è possibile e da questo si può decidere di andare avanti o meno.

Saremo tutti greci (di Checchino Antonini) Bisogna scegliere però se stare con Tsipras o con i governi della Troika come quelli che hanno affamato la Grecia. Venerdì mobilitazione europea a fianco del No al referendum di Atene

Sta per arrivare una petizione europea in molte lingue da firmare a valanga. Da Atene, dove hanno preso parte a una riunione dell’Altersummit, gli attivisti italiani vicini alla Lista Tsipras fanno sapere che venerdì, 3 luglio, sarà una giornata europea di mobilitazione dappertutto si possa. L’idea è di fare centinaia di piazza la sera, in collegamento con Atene dove la domenica successiva si terrà il referendum – appena ratificato dal parlamento – che scandalizza i partiti dell’austerity e i loro governi. Mai come ora la solidarietà concreta con la Grecia è solidarietà con noi stessi, vittime della medesima austerità. C’è chi dice, come Draghi, che siamo nel mare inesplorato di un possibile default e della Grexit. Anche la solidarietà internazionalista è un mare in gran parte sconosciuto da tempo. E del tutto opportuniste e fasulle suonano le parole del noto telepredicatore populista Grillo di appoggio a Tsipras.

Vertenza Ex-Indesit. Un passo avanti decisivo, una vittoria ancora da conquistare (di Pasquale Vecchiarelli da: “La Città Futura” Giornale Comunista)

Sindacati e lavoratori esprimono grande soddisfazione dopo l’incontro al MISE dello scorso 17 Giugno in cui i vertici Whirlpool hanno annunciato che gli stabilimenti di Carinaro e None non saranno chiusi e non ci saranno esuberi strutturali. Questo risultato è il frutto della lotta che le lavoratrici e i lavoratori ex Indesit portano avanti da anni e della grande manifestazione dello scorso 12 Giugno. Più cauto resta l’ottimismo di alcune avanguardie che scottate da molte promesse mai mantenute chiedevano lo stralcio totale del piano. La nuova proposta sarà nota nei dettagli il 23 Giugno al Mise…continua a leggere su: http://lacittafutura.it/lavoro/ex-indesit-un-passo-avanti-decisivo-una-vittoria-ancora-da-conquistare.html

Per il PD è una nuova sconfitta elettorale: Renzi sempre meno forte! Continua la perdita di legittimazione del PD e del progetto di Partito della Nazione

1969344_506495046125516_1713142652_n.jpg

Continua la perdita di legittimazione del PD e del progetto di Partito della Nazione sogno di Renzi. Dopo la prima battuta d’arresto delle scorse elezioni regionali arriva una nuova tornata elettorale, quella per le elezioni comunali, a far suonare un nuovo campanello d’allarme.

Da segnalare è in primis il dato dell’astensionismo, che ancora una volta ha fatto registrare cifre sopra il 50%; in questo è evidente l’influsso delle vicende giudiziarie romane, che nonostante le parole di Orfini rispetto alla rigenerazione in corso del partito, hanno sicuramente convinto molti elettori PD a non dare più supporto elettorale ad un partito sempre più percepito come distante dagli interessi popolari e la cui rottamazione è stata fondamentalmente inesistente.

Una risposta di Cecilia Strada (Emergency) a tutti quelli che (anche a Primavalle) dicono spesso: "Perchè non ospiti i profughi a casa tua?

Accoglienza ai Profughi.jpg

Risposta collettiva per tutti quelli che "perché non ospiti i profughi a casa tua, eh?" E perché dovrei? Vivo in una società e pago le tasse. Pago le tasse così non devo allestire una sala operatoria in cucina quando mia madre sta male. Pago le tasse e non devo costruire una scuola in ripostiglio per dare un'istruzione ai miei figli. Pago le tasse e non mi compro un'autobotte per spegnere gli incendi. E pago le tasse per aiutare chi ha bisogno. Ospitare un profugo in casa è ...gentilezza, carità. Creare - con le mie tasse - un sistema di accoglienza dignitoso è giustizia. Mi piace la gentilezza, ma preferisco la giustizia.

Cecilia Strada
Emergency

 

Non saremo brevi... Elezioni regionali: non giriamoci intorno. Alcune riflessioni spietate. Per i comunisti e le comuniste, le elezioni non sono l’obiettivo. "Per la Rifondazione di un Partito Cominista"

P.R.C. simboloi.gif

Per i comunisti e le comuniste, le elezioni non sono l’obiettivo unico e nemmeno quello centrale della loro azione politica. Sono molto importanti, aiutano a sostenere il Partito, ma lo sono innanzitutto in quanto  verifica del lavoro svolto e poi perchè sono uno specchio (anche se deformato dall’egemonia dell’ideologia dominante) della coscienza nel paese. In questo senso queste elezioni regionali non ci consegnano un quadro rassicurante e la salvaguardia e rilancio di Rifondazione come partito comunista autonomo in un processo di riaggregazione di una vasta sinistra di classe sono a serio rischio. Non è utile oggi fare sconti, bisogna dire le cose come stanno per uscire dal vicolo cieco in cui rischiamo di infilarci sempre di più. Sui semplici dati dei flussi di voto sono state già prodotte molte analisi, noi ci limitiamo ad accennarli alla termine del ragionamento politico che vi scaturisce e che di preme di più

Fascisti e polizia ci sono venuti a trovare mercoledì pomeriggio a Primavalle (mala tempora currunt)

Solidarietà Antifascista.jpg

Ieri a Primavalle, Roma,  Italia, Europa che seppero eroicamente liberarsi  dal nazifascismo, una liberazione per cui hanno dato la vita partigiani e resistenti europei ed italiani, ieri a Primavalle sarebbe dovuto avvenire l'ennesimo show dei fascisti di Casapound. Questi infami infatti, avevano convocato un presidio razzista all'uscita della metro A “Battistini” Il loro  show però  non c'è stato. Centinaia di cittadini del territorio, migranti, studenti, attivisti per il diritto all'abitare sono infatti oggi scesi in piazza per impedire che un presidio di questo tenore avesse luogo a poche centinaia di metri da dove l'incidente è avvenuto. Fin dalle 16 di pomeriggio la piazza della metro di Battistini è stata perciò animata da tutti coloro che vivendo effettivamente questo quartiere si sono resi conto che i problemi quotidiani non si risolvono con facili slogan fascisti ma lottando quotidianamente per la conquista di diritti e dignità.

Regionali e comunali 2015: Rifondazione comunista c’è. Contro il liberismo di Renzi e della Troika

Rifondazione.png

Il 31 maggio 2015 si vota per il rinnovo di 7 consigli regionali (Veneto, Liguria, Marche, Toscana, Umbria, Campania, Puglia ) e di 1073 Comuni di cui 121 superiori ai 15000 abitanti e 15 capoluoghi di provincia (Rovigo, Venezia, Lecco, Mantova, Arezzo, Macerata, Chieti, Andria, Matera, Vibo Valentia, Nuoro, Sanluri, Tempio Pausania)

Dramma mercoledì sera a Primavalle. Una Lancia Lybra grigia inseguita da una volante ha investito otto persone in via dei Monti di Primavalle. Una donna di 44 anni, di nazionalità filippina, è morta sul colpo, quattro i feriti in codice rosso

Posto di blocco.jpg

C'è spazzatura, oggi, sui tg e sui giornali. Su Facebook e su Twitter. Una valanga razzista, titoli che incitano all'odio, commenti e articoli che puzzano di pogrom. I rom, di nuovo, vengono additati come il Male, come la feccia da eliminare al più presto. Fisicamente, se necessario. Un riflesso pavloviano. Succede ogni volta che qualche "zingaro" è protagonista di storie di cronaca nera. Spesso riguardano furti e borseggi. Stavolta è peggio: un'auto pirata con tre sinti a bordo, per scappare a un controllo di polizia, è finita a 150 all'ora sulla folla che attraversava la strada. Una donna filippina è morta sul colpo, altre otto persone sono rimaste ferite, il killer che guidava è riuscito a scappare. Una tragedia, un assassinio. Ne capitano di continuo episodi così, ogni settimana.

#segnaliamounabuonanotizia2 -Il Compagno Pablo Iglesias parla di "notte storica e magica" per le elezioni in Spagna e lancia già la sfida al PP in vista delle elezioni generali di Novembre-

il Compagno IGLESIAS.jpg

A Barcellona la lista «Barcelona in Comu» che appoggia la candidata sindaco Ada Colau ha vinto le elezioni con il 25,20% e 11 seggi su 41 del consiglio comunale. I giornali italiani nella loro solita interessata semplificazione hanno detto che si trattava di una lista di Podemos. Non è così. La lista Barcelona in Comu è stata proposta da Ada Colau che è portavoce del movimento contro gli sfratti (PAH) di Barcellona e non aderisce a nessun partito. A questa proposta hanno aderito Izquierda Unida, Podemos, Iniciativa por Cataluna e altre formazioni politiche minori oltre alle istanze del movimento per la casa e di altri movimenti. Si tratta quindi di una iniziativa di movimento che ha riunito tutte le forze della sinistra di alternativa su una piattaforma chiara e senza lo scioglimento di nessuna di queste forze. A questo risultato positivo si somma il risultato del CUP (sinistra radicale libertaria ed indipendentista) che ha raggiunto il 7% e 3 consiglieri.

LAVORATORI di “MILANO ’90” DA OTTOBRE scorso SENZA STIPENDIO E TRA POCO SENZA PIU’ UN LAVORO. (di CLAUDIO ORTALE Comitato Politico Nazionale del P.R.C.)

Milano 90 in LOTTA.jpg

Sono diventati sempre più invisibili le lavoratrici ed i lavoratori della Società MILANO ’90 che ormai dal mese di ottobre 2014 non percepiscono più lo stipendio dal lorodatore di lavoro, alias Scarpellini. I lavoratori continuano comunque a garantire glistabili di Largo Loria e di Via delle Vergini, dove hanno sede gli organi politici del Comune di Roma, le Commissioni Permanenti, Speciali ed i Gruppi Capitolini dei variraggruppamenti politici. Tanti tavoli, molte ore di sciopero, centinaia e centinaia di ore di cassa integrazione, molti impegni da parte dei politici di turno ai vari livelli, ma ancora per questi lavoratori e lavoratrici non si vede luce, né stipendi arretrati ma soprattutto una seria proposta occupazionale che li metta al riparo dall’imminente spostamento di tutti gli uffici occupati dal Comune di Roma nelle altre sedi indicate. Dove ancora non si capisce bene se e come si avrà un forte risparmio rispetto alle sedi sinora utilizzate.

“Unire le forze per la Campagna sul Reddito” Ordine del giorno (proposto da Maurizio Acerbo, Eleonora Forenza, Roberta Fantozzi) approvato dalla Direzione Nazionale del PRC di Domenica 10 Maggio 2015.

Rifondazione a Primavalle.jpg

Dentro la crisi assume un forte centralità la battaglia per il reddito minimo garantito su cui da tempo Rifondazione Comunista e i movimenti sono impegnati. Si tratta di un obiettivo sul quale é larga la convergenza visto che Rifondazione Comunista, Sel e numerose realtà sociali e di movimento hanno sul tema proposto all’inizio della legislatura una legge di iniziativa popolare. Siamo impegnati anche a livello europeo a sostenere questa battaglia, sia attraverso l’iniziativa parlamentare che attraverso una legge europea di iniziativa popolare. Il M5S sta dando visibilità al tema. Particolarmente incisiva é stata la campagna di Libera negli ultimi mesi e riteniamo che costituisca la base per una mobilitazione unitaria che coinvolga tutte le forze politiche e sociali che condividono l’obiettivo.

Condividi contenuti