Alle compagne e ai compagni del Circolo e del Territorio Municipale. Ripartiamo dalla solidarietà e dal grande cuore dei compagni. Il CIRCOLO è a disposizione di tutti quelli che vogliono sostenere i primi interventi di aiuto e assistenza

Care compagne e cari compagni, serve una risposta immediata e pronta per non aggiungere nuova sofferenza a chi ha già perso tutto; come Circolo "Valerio Panzironi" sosteniamo la campagna per la raccolta dei prodotti da inviare alle zone colpite dal sisma, chiedendo a tutti di aiutarci con la donazione di prodotti necessari (vedi sotto elenco indicato) od anche con una sottoscrizione x l'acquisto degli stessi. Vi informiamo, pertanto, che il CIRCOLO DI VIA LORENZO LITTA a Primavalle al lotto 25 SARÀ APERTO APPOSITAMENTE QUESTO SABATO DALLE ORE 9 ALLE ORE 13.30 PER RACCOGLIERE LE DONAZIONI che il giorno stesso faremo avere alle nostre Brigate di Solidarietà Attiva che già intervennero a L'Aquila subito dopo il sisma.

Dalle ultime notizie, apprendiamo che sono urgenti:

- Dentifrici, spazzolini, saponi;

- prodotti per l'infanzia (pannolini);

- garze, cerotti;

- piatti, bicchieri, posate di plastica;

- carta igienica.

Terremoto, Rifondazione esprime vicinanza alle popolazioni colpite: "Messa in sicurezza opera prioritaria, lo ripetiamo da anni"

"Rifondazione comunista esprime vicinanza alle popolazioni laziali, marchigiane ed umbre colpite dal terremoto. Ai familiari di quanti hanno perso la vita va il nostro più sentito cordoglio. Il nostro partito ha già preso contatto con le istituzioni territoriali impegnate nella zona terremotata per portare aiuto e solidarietà concreta alle popolazioni. Le nostre sedi e i nostri militanti sono impegnati da subito nella raccolta di quanto può occorrere alle popolazioni colpite dal terremoto", come si legge in un comunicato a firma di Paolo Ferrero. "Nelle prossime ore daremo ulteriori indicazioni per dare aiuti concreti -  continua Ferrero - in base alle necessità verificate sul territorio colpito dal sisma. Rimane forte amarezza per il ripetersi di queste tragedie.

Forte scossa di terremoto nella notte di oggi, Mercoledì 24 Agosto 2016, avvertita distintamente a Roma ed in tutto il Centro Italia. Gente in strada a Roma ed in buona parte del Lazio, dell’Umbria, delle Marche, della Toscana e dell’Abruzzo.

I Compagni del Circolo territoriale di Primavalle del PRC “Valerio Panzironi” esprimono tutta la loro affettuosa solidarietà alle popolazioni del centro Italia e accorato cordoglio per le vittime del violento sisma che questa notte ha devastato interi centri a noi carissimi nel reatino in Umbria nelle Marche portando terrore e dolore. https://www.facebook.com/terremotocentroitalia/?fref=ts Sollecitiamo il governo ad intervenire in maniera straordinaria per salvare le vite ancora in pericolo e per mettere in sicurezza le popolazioni interessate. Appello del sindaco di AMATRICE, in provincia di Rieti: serve che vengano liberate le strade di accesso, una è bloccata da una frana e l'altra ha un ponte che sta per crollare. Mezzo paese non c'è più...

Lunedì 29 Agosto ATTIVO del CIRCOLO P.R.C. “Valerio Panzironi” RIUNIONE nella sede del nostro Circolo in via Lorenzo LITTA al Lotto 25 a Primavalle dietro Piazza Capecelatro alle ore 20

CIRCOLO PRC "VALERIO PANZIRONI" MUNICIPIO ROMA 14
Care compagne e cari compagni,
ci rivedremo al Circolo per una RIUNIONE/ATTIVO a via Lorenzo Litta LUNEDI' prossimo alle ORE 20.
Faremo  così  il punto sulle seguenti tematiche politiche e sociali:
1.Comitato per il NO al REFERENDUM

"A Ventotene per l'ammuina sull'Europa di Renzi, Hollande e Merkel". Pubblichiamo l’intervento di Paolo Ciofi

I teatranti sono Renzi, Merkel e Hollande. I quali nell’isola pontina, con gran fracasso di tamburi e tromboni della comunicazione padronale e anche di quel giornale che dichiara (senza vergogna) di essere stato fondato da Gramsci, tentano di mascherare la loro inanità nascondendosi dietro il Manifesto di Altiero Spinelli, un combattente tenace che di certo non avrebbe gradito. Andiamo allora al dunque e diciamo la verità.

L’idea dell’Europa federale e degli Stati uniti d’Europa concepita da Spinelli e Rossi nasce sulla premessa dell’abbattimento dell’imperialismo del capitale, del dominio assoluto dei monopoli privati e della grande finanza. Cioè del nazifascismo, che aveva provocato la tragedia della seconda guerra mondiale e la distruzione di ogni principio di solidarietà, libertà e uguaglianza.

Solidarietà all'Anpi dal Comitato per il No al Referendum. "La storia dei partigiani fa ancora paura" Solidarietà all’ANPI e al suo presidente Smuraglia, che si batte ancora per la libertà di dire NO".

Nelle ultime settimane si sta assistendo a un crescendo di attacchi, scomposti e al limite della decenza, nei confronti dell’ANPI, associazione che tiene vivi il ricordo e gli ideali della lotta di Liberazione, che restituì al nostro Paese sul piano internazionale la dignità che il ventennio fascista le aveva fatto perdere.

"Dopo la inqualificabile distinzione fra partigiani ‘veri’ e gli altri da parte della ministra Boschi, sono arrivate le esclusioni dalle manifestazioni che celebrano la liberazione delle nostre città (come è accaduto a Firenze) e dalle ‘feste’ del partito di Renzi", si legge in una nota del Comitato per il No al Referendum.

"Oggi come allora la difesa della democrazia - continua la nota - prescinde dalle appartenenze partitiche e l’ANPI difende gelosamente la sua autonomia e gli ideali che portarono i Padri Costituenti a varare a larghissima maggioranza la Costituzione su cui si fonda la nostra Repubblica.

(di Italo Di Sabato, Haidi Giuliani, Giovanni Russo Spena, Gianfranco Bracaloni) IL NOSTRO "NO" alla "RIFORMA" COSTITUZIONALE

In Italia, le lotte sociali sono ridotte sempre più a un mero problema di ordine pubblico, additate come fatto delinquenziale.

Dalle giornate di contestazione al vertice del G8 a Genova nel luglio 2001 numerosi sono stati i casi in cui la magistratura ha cercato di trasformare le lotte sociali in azioni puramente delinquenziali. Ad oggi sono più di 12 mila i processi in atto sulla base di 18 mila capi di imputazione contro 25 mila attivisti che rischiano di essere condannati e di finire in galera

Un ampio processo di criminalizzazione e di controllo sociale preventivo che colpisce chiunque non si piega alle leggi del mercato, marcando in forme diverse la propria alterità e/o incompatibilità. Pensiamo, ad esempio, a quei particolari laboratori della repressione che si sperimentano in Val Susa contro il movimento che si oppone al Tav, oppure a quello che accade ai migranti o a chi rivendica il diritto all’abitare.

Roma, sgombrato il Point Break. La protesta Fiom: "C'è bisogno di spazi aperti, solidali, inclusivi"

Oggi a Roma è stato sgomberato il “Point Break”, lo studentato occupato nato al Pigneto in risposta alla crisi delle politiche abitative e di accesso e sostegno al diritto allo studio che aveva restituito un immobile vuoto a studenti e cittadini. Negli ultimi 7 anni era stato attraversato come spazio solidale nato durante l’Onda dalle rivendicazioni dal basso di studenti e precari e aperto al quartiere e alla città dando vita anche a sportelli di mutuo-aiuto come quello contro i distacchi idrici operati da Acea. "Al contrario dello sgombero coatto - si legge in una nota di protesta della Fiom - è importante che l’amministrazione della città sappia ascoltare e dare risposte ai bisogni delle persone e che supporti invece di attaccare quelle realtà che in questi anni si sono fatte dal basso garanti dell’inclusione sociale e che hanno cercato di fornire risposte e aiuti solidali a chi è escluso dall’accesso all’abitazione, all’alloggio e dal sistema di welfare".

Pubblichiamo l'appello che sta girando nei posti di lavoro per raccogliere adesioni contro la intesa contrattuale per le aziende pubbliche dell'igiene ambientale un appello dal basso, scritto a più mani dai delegati e dai lavoratori dell'igiene ambientale

IGIENE AMBIENTALE: DICIAMO NO ALL’IPOTESI DI ACCORDO
Ci rivolgiamo ai lavoratori dell'igiene ambientale con o senza tessera
sindacale , ci rivolgiamo a quanti in questi mesi hanno lottato scioperando e
bloccando il lavoro straordinario pur di vedere rinnovato il proprio contratto
e riacquistare salario, diritti e dignità.
Dopo due giornate di sciopero ed altre due previste per metà luglio, il 10
luglio, cgil cisl uil fiadel accettano le condizioni di Utilitalia.
Non ci siamo mobilitati per un contratto nazionale peggiorativo, non per
aumentare di due ore l'orario settimanale ,da 36 a 38, in cambio di poche ore
di permesso a parità di salario dal 1 gennaio 2017
Questa intesa se non viene rigettata dai lavoratori/trici nelle assemblee e
nelle consultazioni certificate rischia di essere presa come modello nazionale
per altri rinnovi di contratti e peggiorare le nostre condizioni di lavoro
Non possiamo accettare:

Una storia d’amore (in ricordo di Emmanuel Chidi Namdi, di Rosaria Gasparro maestra, ha aderito alla campagna Facciamo Comune insieme)

Una storia d’amore ce la fa a salvarsi
A superare il terrore, la perdita di un figlio, dei genitori
Ce la fa a traversare il deserto e il mare
A farsi picchiare e a perdere l’altra vita che si porta dentro

Una storia richiedente asilo in attesa senza documenti
Ce la fa a ricominciare

Quasi

Se dio è con noi
Come dice il nome di lui

Ma dio dove sei se non sei in mezzo a noi
In queste pratiche di quotidiano razzismo
Di coma vigile della nostra umanità
Una storia d’amore dal doloroso canto
Deragliata sulla via dell’odio
C’è del metodo nella sua follia
Che siano maledetti i suoi seminatori

VOGLIAMO VINCERE DAVVERO. IL NOSTRO INTERVENTO ALL’ASSEMBLEA PER IL POTERE POPOLARE (Daniele Maffione Napoli 25 Giugno)

Abbiamo deciso di pubblicare, per chi non abbia avuto modo di seguire l’assemblea o vedere i video, una sintesi del nostro intervento all’assemblea “per il potere popolare” che si è tenuta sabato 25 giugno all’Ex OPG, assemblea alla quale hanno partecipato circa 400 persone. Si tratta di poche e semplici parole, che però tentano di chiarire cosa stiamo tentando di fare, quale sia la posta in gioco nel “controllo popolare”, cosa può succedere a Napoli, cercando allo stesso tempo di indicare un piano di lavoro che vada ben oltre Napoli. Ringraziamo ancora una volta tutti quelli che sono venuti, e tutti i venticinque intervenuti… E, come al solito, commenti, critiche, consigli, sono ben accetti! Grazie a tutte e tutti per essere venuti qui oggi!

Gli Spitfire sono spuntati dalle urne di Giorgio Cremaschi (Piattaforma Sociale Eurostop)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Report della assemblea autoconvocata delle scuole di Roma. Nella riunione di lunedì 20, abbiamo analizzato la grande difficoltà della scuola, a un anno ormai intero sotto la 107.

Abbiamo fatto il punto sulla situazione referendum, constatando che la campagna purtroppo non è stata sostenuta da una adeguata mobilitazione nelle scuole e nelle piazze e che, come più volte già sottolineato, la politica della gestione della riforma in vista del male minore è stata in sostanza un fallimento. Il quadro che abbiamo di fronte non è migliore, poiché il Ministero sta andando avanti senza posa nel dare forma a tutte quelle strutture che poi consentiranno la totale attuazione della legge, come le reti di scuole e, collegata con queste, la chiamata diretta.

ASSEMBLEA Martedì 28 giugno dalle ore 17 alle 20 a Largo Leonardo Da Vinci sui servizi pubblici del percorso Roma non si vende #decidelacitta e la Declaration sul lavoro nei servizi pubblici locali e nella PA come piattaforma

Piattaforma cittadina per connettere le vertenze nella città. Assemblea - Sui servizi pubblici #decidelacitta Martedì 28 giugno dalle ore 17 alle 20 a Largo Leonardo Da Vincihttps://www.facebook.com/events/979136872204272/  I servizi pubblici di Roma Capitale sono un patrimonio sul quale aleggiano grandi progetti di privatizzazione: dal decreto “Salva Roma” all'attualissimo Decreto Madia, passando per il Documento Unico di Programmazione del commissario straordinario Tronca.

Tutti dettano la linea alla futura giunta capitolina: il libero mercato, nonostante un referendum 5 anni fa abbia affermato il contrario.

Ma nella quotidianità di chi vive Roma, le ricette a base di tagli e privatizzazioni sono già una realtà: dal trasporto pubblico locale alla gestione dei rifiuti, dai servizi alla persona a quelli educativi, dai distacchi idrici per morosità al mancato pagamento degli stipendi di centinaia di lavoratori "esternalizzati" o direttamente licenziamenti.

Pubblichiamo L'ODG approvato a larga Maggioranza dal Comitato Politico Federale di Roma del P.R.C SUL BALLOTTAGGIO A ROMA

Comitato Politico Federale del 16 giugno 2016
Ordine del giorno
Il Comitato Politico Federale, riunitosi in data 16 giugno 2016, in merito al ballottaggio per la designazione del nuovo sindaco di Roma dà indicazione ad iscritti, simpatizzanti ed elettori, di recarsi ai seggi e di procedere all’annullamento della scheda.
Il Partito della Rifondazione Comunista è alternativo al Partito Democratico e al Movimento 5 Stelle. In assenza di qualsivoglia intesa di natura programmatica, l’apprezzamento per talune singole figure riconducibili ad una delle opzioni politiche in campo non consente di esprimere alcuna indicazione di voto. La logica «maggioritaria» che imporrebbe di «schierarsi», in un contesto di evidente crisi della rappresentanza, va quindi respinta.
Il Partito della Rifondazione Comunista persegue l’obiettivo di costituire un'opzione politica a sinistra alternativa e autonoma, in grado di rappresentare ed organizzare gli interessi dei lavoratori e dei settori popolari.

#‎15giugno‬ ‪#‎7operai‬ licenziati occupano uffici ‪#‎Marcegaglia‬: stavolta non usciamo! OCCUPATA LA PALAZZINA DEGLI UFFICI BUILDTECH IN VIA DELLA CASA 12 a Milano

Cari Compagni,
Massimiliano Murgo e gli altri operai autoconvocati della Marcegaglia
Buildtech licenziati sono barricati nella sede aziendale con le taniche di
benzina dopo che è saltato il tavolo in Prefettura per la non volontà
dell'azienda di rispettare l'accordo firmato ad aprile 2014.

Tale accordo prevedeva per i 165 operai dell'impianto produttivo di Sesto San
Giovanni (MI) tre possibilità (tutte destinate in breve tempo a fare diventare
"esuberi" gli operai): 1. accettare la delocalizzazione a Pozzolo in Piemonte
(di fatto una deportazione in altra Regione); 2. licenziarsi accettando una
"buona uscita" di 30.000€ lordi; 3. entrare in CIGS con l'azienda che si
impegnava per iscritto prima della fine della cassa "ad offrire a tutti i
dipendenti eventualmente ancora in forza la ricollocazione presso altri
stabilimenti del gruppo, in funzione delle esigenze tecnico produttive e a
partire dagli stabilimenti più vicini all’area di residenza” (negli impianti di

14 giugno, Roma. Paris calling! Presidio in solidarietà con le lotte in Francia 14 giugno ore 18:00 Campo di fiori.

Paris Calling! APPELLO  PER IL 14 GIUGNO. Per lo sciopero generale europeo.

Una Francia ribelle di lavorator@ e studenti è in lotta.  Da più di due mesi, nonostante le provocazioni della polizia e la repressione durissima, è  in campo  uno  straordinario conflitto delle lavoratrici e dei lavoratori,  di giovani student@, di precar@, contro il progetto di legge El Khomri del governo Holland Valls che precarizza il lavoro e ne distrugge i diritti nello stesso modo con cui, in Italia, il famigerato Jobs Act di Renzi ha cancellato lo Statuto dei lavoratori.

Mentre continuano i blocchi e le Nuit Debout, il 14 giugno segna un passaggio cruciale  con lo  sciopero generale lanciato dall'intersindacale che si prepara ad invadere Parigi con una imponente manifestazione. Uno sciopero generale che vogliamo sostenere con la nostra presenza in piazza di fronte l'ambasciata francese

CIRCOLO territoriale P.R.C. Primavalle “Valerio Panzironi” Municipio 14. Via Lorenzo LITTA al Lotto 25 a Primavalle dietro Piazza Capecelatro. COMUNICATO STAMPA: "Lista "Sinistra x Roma" XIV Municipio - Ballottaggio: nessun sostegno a PD e M5S.

Care compagne e cari compagni, questo di seguito il comunicato stampa, con la posizione assunta all'unanimità dal CIRCOLO riguardo ai ballottaggi alle amministrative di Domenica 19 Giugno, a firma di SINISTRA x ROMA - Municipio XIV.

Cogliamo l'occasione per anticiparvi che VENERDI' prossimo, 17 giugno, ALLE ORE 20.30 faremo nel nostro Circolo  via Litta una PIZZA/CENA x l'autofinanziamento e la copertura delle spese elettorali sostenute.  INVITIAMO TUTTI E TUTTE A PARTECIPARE!

COMUNICATO STAMPA:  "Lista "Sinistra x Roma" XIV  Municipio - Ballottaggio: nessun sostegno a PD e M5S.

Assemblea di autogoverno sul debito di Roma CHI E’ IN DEBITO CON CHI? Venerdì 10 giugno ore 17 Piazza degli Euganei (quartiere Tufello) Linea metropolitana B1 - fermata Ionio -

Da diversi anni il debito è agitato, su scala internazionale, nazionale e locale, come emergenza allo scopo di far accettare come inevitabili le politiche liberiste di alienazione del patrimonio pubblico, mercificazione dei beni comuni, privatizzazione dei servizi pubblici, sottrazione di democrazia.

Il debito viene gestito come un’emergenza a cui tutto deve essere sacrificato e come uno shock per far diventare “politicamente inevitabile” ciò che è socialmente inaccettabile”.

Anche Roma è da anni costretta in questa gabbia, con il commissariamento del debito pregresso e con un Piano di rientro che predetermina tutte le scelte relative alla città fino al 2048. Ma davvero la città, e le donne e gli uomini che la abitano, sono in debito?

O sono, invece, da troppo tempo in credito di diritti individuali e sociali, di beni e di servizi?

Ma davvero il debito è un’emergenza da gestire in maniera autoritaria con commissari e prefetti?

Condividi contenuti